canbs1

Isernia. Gionni Matticoli dirige la finale terzo e quarto posto del mondiale di calcio su sabbia e, per i suoi meriti, l’intera commissione della CAN BS viene a Isernia per com
plimentarsi con lui e tenere una interessante riunione tecnica sul mondo del Beach Soccer, uno sport in espansione che, probabilmente, avrà spazio anche nei prossimi Giochi Olimpici del 2016 in Brasile.

Michele Conti, responsabile della commissione, ha intrattenuto il numeroso pubblico isernino e i graditi ospiti venuti da fuori regione per seguire l’evento, collegando abilmente il regolamento del Beach Soccer con la gara di finale diretta da Gionni.

Quindi, partendo dalla battuta del calcio d’inizio, all’esecuzione dei tiri di rigore, ilrelatore, aiutato dagli altri due componenti della CAN BS, Alessandra Agosto e Gennaro Leone, ha incentrato il discorso sull’analisi della finale arbitrata dall’internazionale Gionni e, grazie agli high light della gara, comprendere il regolamento.

Domenico De Falco, Commissario Straordinario della Sezione pentra, organizzatore dell’evento, si è dimostrato soddisfatto e compiaciuto per la bella lezion
e tenuta dagli ospiti: «Ho organizzato questo evento prima di tutto perché Gionni lo meritava perché la sua partecipazione al mondiale ha dato notevole visibilità alla nostra Sezione e all’intero movimento arbitrale nazionale. È servito anche per incoraggiare i nostri giovani Arbitri e far capire loro che nulla, anche nelle piccole realtà, è precluso; infatti, il motto della serata è stato: “bisogna volere l’impossibile perché l’impossibile accada”». Altrettanto contento ed emozionato è sembrato Gionni che ha ricevuto, ancora una volta complimenti e applausi scroscianti da tutti i presenti.

Gionni Matticoli, alla prima esperienza mondiale, ha concluso la stagione di quest’anno di Beach Soccer con la direzione di Brasile-Tahiti, finale per il terzo e quarto posto del mondiale, ospitato proprio da Tahiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


 

canbs2canbs3canbs6