foto_raduno_OTS_14_09_14Sezione di Isernia. Mentre i massimi campionati dilettantistici prendono il via, parte anche la stagione dei ragazzi più giovani della Sezione di Isernia. Parliamo dell’affiatato gruppo a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale, il quale sarà chiamato a dirigere le gare del settore giovanile per poter poi ambire a un pronto passaggio all’Organo Tecnico Regionale, step successivo.

La stagione, dunque, prende il via con il consueto raduno che, quest’anno, si è svolto in due date distinte: nella prima, gli arbitri hanno dovuto affrontare gli impegnativi test atletici che, anche quest’anno, sono stati superati dalla stragrande maggioranza con svariate punte di eccellenza e gli altrettanto temibili quiz tecnici che hanno sondato la loro preparazione regolamentare.

Nella seconda giornata, gli arbitri si sono trasferiti nella splendida località altomolisana di Capracotta, a ben 1421 metri sul livello del mare, dove hanno ascoltato proficuamente le disposizioni del Presidente, Domenico De Falco e della sua squadra.

Il raduno è stato vissuto come un momento non solo tecnico e formativo ma, anche, di fraternità e familiarità: più volte si è ribadito che la sezione è anche una famiglia nella quale vivere momenti belli e brutti, felici e infelici. Con questo spirito, il gruppo si è compattato e ha diretto gli sforzi per giungere ai comuni obiettivi arbitrali che certamente potranno essere raggiunti.

Nel pomeriggio, anche gli Osservatori  Arbitrali si sono uniti agli arbitri per ascoltare le nuove direttive da seguire per puntare alla crescita dei giovani fischietti.

Al termine della serata, sono giunti come graditi ospiti, per salutare arbitri e osservatori, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Paolo di Toro e il Presidente della FIGC di Isernia, Antonio Rossi. Entrambi hanno saputo trovare parole di fiducia e incoraggiamento per una squadra di arbitri che, certamente, darà grandi soddisfazioni alla Sezione di Isernia che si avvia a festeggiare i propri 40 anni di attività.

Infatti, il prossimo 12 ottobre, le giacchette nere isernine festeggeranno quarant’anni di attività nel mondo del calcio.

«La nostra sezione compirà quarant’anni e, in quarant’anni abbiamo partecipato alla storia dello sport di questa città e anche di questa regione. Proprio in questi ultimi tempi abbiamo raggiunto un apice importantissimo con le designazioni internazionali di Gionni Matticoli, prima nella finale 3° e 4° posto nel mondiale Beach Soccer a Tahiti, poi nella finale 1° e 2° posto nell’Europeo in Spagna. Spero che presto potremo avere un arbitro anche in Serie A. Dobbiamo solo continuare a lavorare con rinnovato entusiasmo e grande professionalità». Il Presidente di Sezione, Domenico De Falco, si esprime così su quanto fatto e quanto da fare ancora nel mondo arbitrale isernino. Continua parlando del prossimo corso per arbitri: «Anche quest’anno, in concerto con l’AIA (Associazione Italiana Arbitri, ndr) abbiamo avvitato il reclutamento per il Corso Arbitri Nazionale che inizierà nei primi giorni di ottobre. Chiunque sia interessato a intraprendere una entusiasmante carriera calcistica, ma da un altro punto di vista, può scriverci su Facebook, sulla nostra pagina ufficiale, via email a isernia@aia-figc.it, o venirci a trovare in Corso Risorgimento, 222 a Isernia».

Infine, il Presidente, ci tiene a ricordare la nomina a Presidente di Sezione Onorario conferita a Giovanni Palladino, storico associato della Sezione di Isernia: «I nostri giovani, arbitri e non, dovrebbero avere come esempio Giovanni che, in un’età nella quale potrebbe decidere di godersi il meritato riposo dopo una vita da lavoratore, continua imperterrito a essere parte attiva di una passione, guidando i più giovani a fare esperienza, partecipando a tutte le attività che vengono proposte in Sezione. Non ci potrebbe essere persona migliore di Giovanni per esprimere appieno il significato di passione per lo sport».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DSC_3171_1DSC_5855DSC_3173_1